Chiudi

Istituto Geografico Polare "Silvio Zavatti"

Informazioni:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Istituto Geografico Polare "Silvio Zavatti"

Gli exchange partners del MRSN Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino costituiscono una rete di circa 400 enti e istituzioni che operano in ambito scientifico, in tutto il mondo.

Lo scambio sistematizzato di pubblicazioni concorre a incrementare e arricchire gli archivi museali e le biblioteche.

Il Museo e l'Istituto Geografico Polare "Silvio Zavatti"

Il Museo Polare, iniziato da Silvio Zavatti nel 1969 e parte integrante dell'Istituto Geografico Polare, è l'unico in Italia.

Articolato in sei sale espositive, contiene per la maggior parte il materiale collezionato da Zavatti durante le sue cinque spedizioni artiche (1961 Rankin Inlet, Canada; 1962 Lapponia; 1963 Ammassalik, Groenlandia Orientale; 1967 Rankin Inlet, Canada; 1969 Repulse Bay, Canada), tra cui sculture di arte Inuit, oggetti di uso comune, scheletri di animali e altri reperti.

La parte storica include oggetti appartenuti alle spedizioni del Duca degli Abruzzi (1899-1900) e Umberto Nobile (1928), tra cui un pezzo del Dirigibile "Italia".

Grazie a successive donazioni e acquisizioni sono presenti anche oggetti e opere d'arte provenienti dai popoli della Siberia, dell'Alaska, dagli Ainu del Giappone e dai Sami.

L'Istituto Geografico Polare "Silvio Zavatti"

L'Istituto Geografico Polare "Silvio Zavatti" è l'unica istituzione che si occupa di argomenti polari in Italia.

Fondato a Forlì dallo studioso e ricercatore Silvio Zavatti (1917-1985) nel 1944, ha ora sede a Fermo, nelle Marche.

Fin da ragazzo interessato alle regioni polari, Zavatti iniziò così la sua opera didattica e divulgativa, che lo portò a scrivere oltre cento volumi e migliaia di articoli di argomento polare.

Fino alla sua morte, Zavatti aveva vissuto e si era battuto per la conoscenza e la difesa degli ambienti e dei popoli artici.

Nel 1985 l'Istituto venne acquisito dal Comune di Fermo, e inaugurato nel 1993 nella bella sede di Villa Vitali.

Comprende il Museo Polare, la Biblioteca Polare, la sede della Rivista "Il Polo", gli archivi, e gli uffici amministrativi.

La Biblioteca Polare

Fa parte dell'Istituto Geografico Polare la più grande e importante biblioteca di argomento polare in Italia.

La Biblioteca Polare è una sezione molto importante della Biblioteca Civica di Fermo come Fondo Zavatti. Comprende oltre 4000 volumi e migliaia di opuscoli, oltre a una ricca collezione di circa 200 riviste periodiche provenienti da istituti polari di tutto il mondo, relative ad etnografia, antropologia, geografia, scienze polari e storia.

Due importanti recenti donazioni provenienti dalla Gran Bretagna, e una dall'Italia, hanno arricchito la sezione scientifica polare.

Oltre ai normali supporti cartacei, il posseduto della biblioteca comprende anche una raccolta di cd rom e video. Recentemente sono stati restaurati e trasferiti su dvd i filmati relativi alle spedizioni di Zavatti, documenti di eccezionale importanza storica del primo periodo di vita stanziale nei villaggi eschimesi da lui visitati.

Sia la Biblioteca Polare che l'Archivio storico dell'Istituto Geografico Polare sono aperti a studiosi e a persone interessate ad argomenti polari.

OPAC Sebina OpenLibrary

La Rivista "Il Polo"

Attraverso lo scambio pubblicazioni, Il MRSN di Torino invia all'Istituto Geografico Polare "Silvio Zavatti" il "Bollettino/MRSN" e riceve in cambio la Rivista "Il Polo", sua pubblicazione ufficiale.

Fondata nel 1945, e dal 2012 bilingue in italiano e in inglese, è ancora pubblicata con cadenza trimestrale. Dopo 70 anni di vita, è ancora l'unica rivista italiana ad occuparsi di tematiche legate ai poli, e rappresenta il costante contributo dell'Istituto alla ricerca polare.

Oltre al ramo umanistico, che comprende storia polare, antropologia, etnografia, pubblica anche articoli su aspetti legati alle scienze naturali, come oceanografia polare, telerilevamento, glaciologia, biologia e paleontologia.

Ad essa collaborano studiosi polari tra i più conosciuti al mondo.
Il taglio scientifico-divulgativo di questa interessante rivista può rivolgersi ad un pubblico di specialisti del settore quanto a persone interessate.

La consistenza della Biblioteca del MRSN parte dal 1995.

 

Ringraziamenti

 

Si ringraziano il Direttore dell'Istituto Geografico Polare "Silvio Zavatti" - dottoressa Maria Pia Casarini Wadhams per la revisione del testo di presentazione e per la concessione dell'uso del materiale fotografico e il signor Roberto Pazzi per la cortese collaborazione tecnica.