Chiudi

Diversamente evoluzionista: la figura e l'opera eclettica di Daniele Rosa.

25 Maggio 2022

Online

Diversamente evoluzionista: la figura e l'opera eclettica di Daniele Rosa.

In occasione della Giornata Mondiale della Biodiversità, il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino presenta il webinar gratuito sulla figura e l'opera dello zoologo Daniele Rosa.

Tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento, la teoria dell'evoluzione di Charles Darwin fu al centro di un diffuso dibattito in merito alle cause dell'evoluzione.
Julian Huxley definì questa fase "eclissi del darwinismo" per indicare il fatto che l'evoluzione dei viventi era stata ampiamente accettata negli ambienti scientifici, ma non tutti i naturalisti dell'epoca ritenevano che la selezione naturale e le mutazioni casuali ne fossero le cause principali.
Le discussioni dell'epoca, alle quali parteciparono alcuni naturalisti italiani, fecero emergere nuove e interessanti posizioni.

Una posizione che destò particolare interesse fu quella dello zoologo Daniele Rosa, che formulò l'originale teoria dell'Ologenesi, secondo cui l'evoluzione procedeva per cause interne, e la selezione naturale non agiva favorendo la comparsa di novità ma solamente eliminando le forme mal adattate.

Grazie alla digitalizzazione delle sue opere e del suo carteggio, possiamo oggi rianalizzarne il lavoro mostrandone l'attualità, dato che alcuni concetti da lui anticipati sono ancora presenti nella moderna cladistica e nella biogeografia.

Daniele Rosa operò in diverse sedi universitarie italiane, ma si formò in primis a Torino, nel Museo Zoologico, entrando a far parte dell'eccezionale gruppo di ricercatori zoologi che si formarono sotto la guida di Michele Lessona.
Rosa, studioso di oligocheti, fu anche direttore del Museo dopo Lorenzo Camerano.

La collezione zoologica torinese di Rosa è tuttora conservata presso il Museo Regionale di Scienze Naturali.

Relatori

Mauro MANDRIOLI | Professore Associato in Genetica presso l'Università di Modena e Reggio Emilia. Da oltre 20 anni si occupa dello studio delle basi molecolari dell'evoluzione biologica con particolare riferimento all'epigenetica e alla simbiosi, oltre che di analisi genetiche, citogenetiche e genomiche di modelli animali. Ha pubblicato più di 170 articoli su riviste scientifiche nazionali e internazionali.
Marco FERRAGUTI | Gia' Professore Ordinario di Evoluzione Biologica presso l'Università degli Studi di Milano. Ha svolto ricerche nel campo della riproduzione e filogenesi di diversi gruppi di invertebrati. È stato presidente della Società Italiana di Biologia Evoluzionistica e si è occupato della divulgazione di temi evoluzionisti e di traduzioni di testi di autori importanti. Ha curato il testo "Evoluzione, modelli e processi" per Pearson Italia. Ha diretto per 20 anni la Biblioteca Biologica dell'Università.

Introduce
Franco ANDREONE | Conservatore della Sezione di Zoologia e Responsabile per le pubblicazioni del Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino.

Luogo e orario

Diretta straming sulla piattaforma Google Meet.

Mercoledì 25 maggio 2022 | dalle 17.45.

Prenotazione

Prenotazione obbligatoria. Compilare il modulo al link: https://forms.gle/4fXeFTYVVL7mzxbE8

Informazioni 

Sezione Didattica del Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino
Tel.: +39 011 4326307 | e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

2022-05-25 00:00:00
0000-00-00 00:00:00