Chiudi

Lunga visita a Shanghai

Informazioni:

Redazione web e nuovi media

Enrica Ferrero
Tel. +39 011 4325075

Elvira Radeschi
Tel. +39 011 4325189

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lunga visita a Shanghai

 

Narrazione di Enrico Hillyer Giglioli sul "giornale di bordo" durante la circumnavigazione del globo a bordo della pirocorvetta Magenta.

L'8 novembre la Magenta lasciò il golfo di Petceli, ove incominciava sul serio la stagione invernale; il 15 eravamo all'àncora nel Whampo al disopra di Wusung. Questa volta facemmo una lunga stazione nella provincia di Kiang-su; l'aspetto del paese nelle vicinanze di Wusung era affatto cambiato, le risaie erano asciutte, e vi passeggiavano i fagiani, il cotone era raccolto.

Gl'industriosi contadini non cessavano per questo i loro lavori, essi godono di una certa agiatezza giacchè in pochi paesi l'agricoltura è più avanzata ed economica, come nella China. Le nostre raccolte, specialmente le ornitologiche, si aumentarono di moltissime specie.

Fui quindici giorni a Schanghai, il più fiorente degli emporî del commercio europeo o meglio inglese in China; essa fu visitata per la prima volta nel 1832 da un agente della compagnia delle Indie Orientali, ed aperta al commercio europeo col trattato di Nanking nel 1843, da quell'epoca l'importazione e l'esportazione sono sempre cresciute; quest'ultima consiste principalmente in seta e thè. Visitai i molti stabilimenti pubblici nella città chinese, tutti pieni d'interesse.

 

Segue: Un mese a Hong Kong

Ritorna a LA MAGENTA

#ViaggioDellaMagenta