Chiudi

Parco Nazionale Gran Paradiso

Informazioni:

Parco Nazionale Gran Paradiso.

Via Pio VII, 9
10135 Torino
Tel: +39 011 8606233
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.pngp.it

Facebook
Twitter

Orari
Da lunedì a venerdì: dalle 9.00 alle 12.00.
Chiuso sabato e domenica.

Parco Nazionale Gran Paradiso

Il Parco Nazionale Gran Paradiso è un'area protetta istituita dallo Stato nel 1922 al fine di conservare gli ecosistemi e la biodiversità delle valli attorno al massiccio del Gran Paradiso (4.061 m s.l.m.).

Il Parco è una delle aree protette italiane più estese e conosciute a livello mondiale ed è situato per metà in Valle d'Aosta e per l'altra metà in Piemonte.

Nel 2007, insieme al Parc National de la Vanoise e al Parco naturale del Mont Avic, ha ottenuto il Diploma Europeo delle Aree Protette, prestigioso riconoscimento del Consiglio d'Europa per il suo eccezionale patrimonio naturale, il buono stato di conservazione degli ecosistemi, l'integrazione delle attività turistiche e agricole e il suo ruolo di area protetta alpina transfrontaliera.

Nel 2014 è stato inoltre inserito, unico parco italiano, nella Green List IUCN, la lista verde di 23 parchi in tutto il mondo, scelti dall'Unione Mondiale per la conservazione della Natura, per il loro ruolo di conservazione e gestione di aree protette.

Il Parco protegge un'area caratterizzata da un ambiente prevalentemente alpino.

La fauna ha il suo emblema nello stambecco, simbolo del Parco e specie diffusa con molti esemplari.

I Centri visitatori del Parco si trovano in ogni paese principale della valle.
Al loro interno, oltre a sale multifunzionali, strutture didattiche, mostre permanenti e temporanee, sono presenti cartine, guide, materiale illustrativo e gadget.
I centri visitatori del versante valdostano del Parco sono gestiti in collaborazione con Fondation Grand Paradis.

Homo et Ibex| Ceresole Reale (To)

Il centro visitatori è stato allestito all'interno dell'edificio che ospitava il Grand Hotel a Ceresole Reale.

Il tema centrale dell'esposizione è il rapporto tra l'uomo e lo stambecco nella storia e nell'arte fino ai giorni nostri.

Il visitatore può osservare la ricostruzione di una grotta con graffiti preistorici raffiguranti i primi stambecchi e scene di caccia dell'epoca, numerosi oggetti di utilizzo quotidiano, dipinti, raccolte di fotografie e riferimenti a miti e leggende nate intorno a questo animale di montagna.

Sono inoltre presenti strumenti multimediali che approfondiscono alcune peculiarità della specie.

Informazioni

Località Prese c/o ex Grand Hotel
10080 Ceresole Reale (To)
Tel: +39 0124 953321
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

www.pngp.it

Orari
Aperto generalmente d'estate e nel periodo natalizio e pasquale.
Verificare orario e ulteriori giorni di apertura.

Ingresso a pagamento. | Verificare eventuali gratuità.

Le forme del paesaggio | Noasca (To)

Il centro ospita un'esposizione permanente sulla geomorfologia del Parco.

Gli agenti modificatori dell'ambiente, la composizione delle rocce e la loro degradazione e l'evoluzione alpina sono gli spunti di riflessione offerti al visitatore.
Tra gli agenti modificatori non è stato dimenticato l'uomo, con il lavoro estrattivo, l'uso della pietra nell'architettura montana, le modificazioni dei pendii, la regimazione e canalizzazione delle acque.
La conformazione del paesaggio è messa in collegamento anche con le abitudini degli animali più noti del Parco come lo stambecco, il camoscio, la marmotta e l'aquila.

Un plastico descrive la composizione delle rocce del parco e la loro degradazione.

Il percorso si sviluppa per pannelli a vari livelli di approfondimento e presenta un itinerario di visita a fumetti, dedicato ai più piccoli che vengono accompagnati da Stamby, uno stambecco molto simpatico.

Nell'attigua sala è possibile assistere a proiezioni di documentari realizzati nel Parco.

Informazioni

Via Umberto I
10080 Noasca (To)
Tel: +39 0124 901070
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.pngp.it

Orari
Aperto generalmente d'estate.
Verificare orario e ulteriori giorni di apertura.

Ingresso gratuito.

Tradizioni e biodiversità in una valle fantastica | Ronco Canavese (To)

Il Centro visitatori valorizza i temi che caratterizzano la Valle Soana e che sono strettamente correlati alla biodiversità: ecosistemi incontaminati, qualità del territorio e dei suoi prodotti, storia locale, tradizioni, leggende e antichi mestieri.

Il Centro è ospitato nello chalet realizzato dal Comune di Ronco con il contributo economico della Regione Piemonte e della Comunità Montana Valli Orco e Soana.
Grazie al finanziamento della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Torino è stato realizzato l'allestimento degli interni, con mobili tradizionali, pannelli divulgativi, raccolte di insetti, animali tassidermizzati e materiali di studio dedicati alla biodiversità del Parco.

È inoltre presente uno spazio "vivo" a disposizione di artigiani, produttori e residenti per far conoscere ai visitatori le tecniche di lavorazione tradizionale, i prodotti artigianali del territorio e le tradizioni della valle.

Informazioni

Via Alpetta
10080 Ronco Canavese (To)
Tel: +39 0124 817377
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.pngp.it

Orari
Aperto generalmente d'estate e nel periodo natalizio e pasquale.
Verificare orario e ulteriori giorni di apertura.

Ingresso gratuito.

Antichi e nuovi mestieri | Locana (To)

All'interno della suggestiva chiesa sconsacrata di San Francesco, nella via centrale di Locana, è stato minuziosamente ricostruito un ambiente domestico alpino dove il latte appena munto veniva trasformato in burro e formaggio.

Nel salone principale, un accurato teatrino animato racconta la dura vita degli spazzacamini.
Si tratta di uno dei mestieri itineranti esercitati nel periodo invernale dagli uomini e spesso dai bambini della valle che scendevano dalle alture per andare a esercitare il loro lavoro nelle città.
Agli spazzacamini è dedicato anche un ricco documentario e un'installazione sonora interattiva.

La sala adiacente è dedicata alla produzione idroelettrica.

Informazioni

Via Roma
10080 Locana (To)
Tel: +39 0124 83557
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.pngp.it

Orari
Aperto generalmente d'estate e nel periodo natalizio e pasquale.
Verificare orario e ulteriori giorni di apertura.

Ingresso gratuito.

La cultura e le tradizioni religiose | Ribordone (To)

La devozione popolare nelle vallate del Parco è il tema presentato nel Centro visitatori attraverso materiali e testimonianze documentarie e rappresentazioni multimediali.
Chiunque percorra i sentieri di montagna o visiti antiche borgate ha modo di imbattersi in edicole, piloni votivi o affreschi murali che testimoniano la presenza di una tradizione religiosa che si è espressa con un linguaggio semplice e diretto, profondamente legato alla cultura alpina.
Oltre agli edifici di carattere religioso, hanno rilevanza anche leggende, credenze, riti, usanze, pratiche di culto, preghiere e invocazioni proprie del mondo popolare e che vengono rievocate in questo allestimento attraverso una originale forma di trasmissione affidata alla testimonianza degli abitanti delle vallate e alle immagini.

La sede del Centro è il complesso di edifici adiacenti il santuario di Prascondù, costruito nel XVII secolo per ricordare una miracolosa guarigione a opera della Vergine Maria e da allora tradizionale meta di pellegrinaggi.

Informazioni

Santuario di Prascondù
10080 Ribordone (To)
Tel: +39 0124 817525
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.pngp.it

Orari
Aperto generalmente d'estate.
Verificare orario e ulteriori giorni di apertura.

Ingresso gratuito.

L'uomo e i coltivi | Valprato Soana frazione Campiglia Soana (To)

Il Centro visitatori è dedicato al rapporto tra uomo e agricoltura alpina.

Illustra gli aspetti più interessanti della storia dell'agricoltura e permette di riflettere su alcune tematiche specifiche connesse con i territori montani e i suoi abitanti.

È composto da:

  • un edificio, sede del centro;
  • un percorso di visita che, partendo dall'interno dell'edificio, accompagna i visitatori nell'area esterna;
  • circa 2.500 metri quadri di area esterna con percorsi didattici, specie vegetali e agroalimentari.

Nella realizzazione del centro è stata curata particolarmente la qualità della produzione di energia da fonti rinnovabili con utilizzo di materiali e pratiche a basso impatto ambientale, che contengono consumi e limitano il ricorso a combustibili di origine fossile.

Informazioni

Frazione Campiglia Soana
10080 Valprato Soana (To)
Tel: +39 0124 901070 | +39 011 8606233
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.pngp.it

Orari
Aperto generalmente d'estate.
Verificare orario e ulteriori giorni di apertura.

Ingresso gratuito.

Centro Educazione Ambientale | Noasca (To)

Primo Centro di Educazione Ambientale attivato nel Parco.

È uno dei 12 Laboratori Territoriali voluti e finanziati dall'Assessorato alla Tutela Ambientale della Regione Piemonte e fa parte della Rete Regionale di Servizi per l'Educazione Ambientale.

L'aula polivalente del Centro è dotata di attrezzature e collezioni per lo svolgimento di attività scientifiche, di elaborazione delle osservazioni svolte in natura e attività ludico-ricreative a tema ambientale.

La sala conferenze è utilizzata per proiezioni e in occasione di corsi, seminari e piccoli convegni.

Il Centro è costituito anche da una struttura residenziale (Hotel La Cascata).

Informazioni

Frazione Gere Sopra, 1
10080 Noasca (To)
Tel: +39 011 8606233
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.pngp.it

Per prenotazioni attività educative e formative consultare il sito web.

Orari
Aperto tutto l'anno su prenotazione.

Incubatoio ittico e centro visita della trota marmorata | Locana (To)

L'incubatoio ittico realizzato dal Parco Nazionale Gran Paradiso nasce nell'ambito del Progetto Life+ Bioaquae, progetto volto a proteggere e migliorare la biodiversità degli ecosistemi acquatici alpini attraverso lo sviluppo di tre azioni principali: l'eradicazione di pesci alloctoni (tra cui il salmerino di fontana, Salvelinus fontinalis) da alcuni laghi alpini d'alta quota; la sperimentazione di tecniche di fitodepurazione per il miglioramento della qualità degli ambienti acquatici d'alta quota; interventi di conservazione a favore della trota marmorata (Salmo marmoratus), specie di elevato interesse conservazionistico e originaria degli affluenti di sinistra del fiume Po e dei fiumi della Slovenia tributari del Mare Adriatico.

L'incubatoio di Ghiglieri è una iniziativa concreta per la conservazione della trota marmorata, inserita nella Lista Rossa Italiana dell'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura - IUCN, nella categoria "in pericolo critico (CR)" a causa della forte pressione di alcuni fattori di minaccia.
A livello europeo la specie è in diminuzione principalmente a causa della distruzione e frammentazione dell'habitat e dell'ibridazione con un altro salmonide, la trota fario (Salmo trutta), massicciamente introdotta per favorire la pesca sportiva.

Un edificio recentemente ristrutturato ospita: al piano terra l'incubatoio; al primo piano una saletta per conferenze e proiezioni; al secondo una foresteria utilizzata in particolare dai ricercatori.

L'incubatoio è composto da due porzioni: la parte interna è destinata all'incubazione delle uova e all'accrescimento degli avannotti (i piccoli di trota); la parte esterna è destinata ai riproduttori.

Gli avannotti vengono immessi nei corsi d'acqua Piantonetto, Rio Valsoera, Campiglia e nel primo tratto del torrente Orco, preventivamente liberati dalla presenza di salmonidi alloctoni, fino all'affermazione di questa specie minacciata.
Questi siti hanno la funzione di conservare la specie in un contesto di assoluta salvaguardia e protezione.

L'incubatoio ha inoltre una funzione di didattica ambientale poichè affronta tematiche connesse alla conservazione e al miglioramento degli habitat acquatici in generale.
Sulle pareti interne dieci tavole illustrate spiegano, mediante immagini, le principali minacce per la trota marmorata e le azioni intraprese per la sua conservazione.
All'esterno è attrezzato un percorso didattico sulla conservazione degli ecosistemi acquatici e, attraverso pannelli tematici, sono sviluppati argomenti inerenti al funzionamento ecologico di un corso d'acqua.
Il percorso si snoda sul Rio Valsoera, utilizzato come nursery per l'accrescimento del primo anno della trota marmorata.

Nella realizzazione dell'impianto è stata data importanza anche alla sostenibilità: l'incubatoio riceve l'acqua direttamente dal troppo pieno dell'acquedotto e questa soluzione garantisce acqua praticamente pura e un utilizzo sostenibile delle risorse idriche.
L'acqua in uscita dall'impianto viene riversata nel Torrente Piantonetto, dopo aver alimentato un piccolo stagno didattico creato per favorire la riproduzione della Rana temporaria, specie sensibile all'impatto provocato dalla presenza di salmonidi introdotti.

Attività

L'incubatorio ittico e il centro visita propongono:

  • lezioni, laboratori e varie attività guidate con le scuole e il pubblico
  • conferenze e incontri tematici
  • visite guidate in natura
  • eventi, aperture straordinarie
  • collaborazioni, attività di ricerca, attività editoriali con altri musei piemontesi, nazionali, università italiane e straniere.

Informazioni

Frazione Ghiglieri | Vallone di Piantonetto
10080 Locana (To)
Tel: +39 011 8606233
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.pngp.it

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria.

Bentornato gipeto! | Rhêmes Notre Dame (Ao)

Il Centro propone ai suoi ospiti un'avvincente storia: il gipeto, il più grande uccello europeo, torna a volare nei cieli del Parco Nazionale Gran Paradiso.

La visita ripercorre, attraverso gli anni, tutte le tappe di questa storia: la drammatica estinzione, i piccoli passi verso l'emozionante ritorno e, forse, finalmente, l'auspicato lieto fine, con la presenza in pianta stabile nei nostri cieli di questo maestoso uccello.
Il racconto proposto nel percorso espositivo è arricchito da numerosi testi, immagini, suoni e giochi multimediali.

Di particolare interesse per il visitatore è la ricostruzione di un vero e proprio nido di gipeto su una parete rocciosa.

Il Centro di Rhêmes-Notre-Dame offre inoltre la possibilità di esaminare un "ossario", un dettagliato modello di volo planato, e altri elementi utili a far conoscere tutta l'avifauna presente nei territori del Parco.

Oltre all'esposizione permanente, il Centro Visitatori comprende un ufficio informazioni, una sala proiezioni e uno spazio per mostre temporanee.

Informazioni

Chanavey
11010 Rhêmes Notre Dame (Ao)
Tel: +39 0165 75301
info.vda@pngp.i

www.pngp.it

Orari
Aperto generalmente d'estate e nel periodo natalizio e pasquale.
Verificare orari e tariffe.

Tutelattiva laboratorio Parco | Cogne (Ao)

L'evoluzione complessa e dinamica del Parco è presentata come in un laboratorio di sperimentazione, con modelli esplicativi, sistemi multimediali, giochi interattivi, numerosi giochi di ruolo e un originale "spazio sensoriale" che offre ai visitatori la possibilità di apprezzare i profumi della natura e sentire i suoni caratteristici del bosco.

I temi sviluppati nello spazio del Centro Visitatori sono:

  • l'Acqua, con modelli che mostrano gli effetti della sua azione sul territorio, illustrano alcuni eventi alluvionali e descrivono l'interazione tra gli insediamenti umani e gli aspetti idrogeologici;
  • il Bosco e il Pascolo, con un'immersione "multimediale" nella vita del boscaiolo e la simulazione di scelte importanti per il mantenimento del bosco;
  • la Fauna e l'Uomo, con approfondimento sulle modalità di interazione tra uomo e animali.

Nel Centro il percorso espositivo è chiaro e avvincente e utilizza modalità interattive, adatte al vasto pubblico.

Negli orari di apertura è presente un operatore per fornire varie informazioni.

Informazioni

Villaggio Minatori
11012 Cogne (Ao)
Tel: +39 0165 75301
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.pngp.it

Orari
Aperto generalmente d'estate e nel periodo natalizio e pasquale.
Verificare orari e tariffe.

I preziosi predatori | Valsavarenche (Ao)

Il Centro presenta diversi argomenti su vita, sopravvivenza, attività e presenza sul territorio dei predatori che abitano il Parco, quali ad esempio la lince e il lupo.

Qual è l'importanza dei sensi per un predatore nella quotidiana ricerca del cibo?
In quale modo la presenza della lince incide sulla distribuzione territoriale dei camosci all'interno del Parco?
Queste sono alcune delle domande alle quali si cerca di fornire una risposta utilizzando suoni e immagini che aiutano il visitatore ad analizzare la presenza e la vita dei predatori nel territorio dell'area protetta.

Lo "Spazio Lupo" raccoglie testimonianze, documenti e video sulla presenza del lupo nel Parco.

Quattro diorami ricostruiscono gli ambienti della Valsavarenche in cui convivono piccoli e grandi predatori con le loro prede.

Informazioni

Dégioz
11010 Valsavarenche (Ao)
Tel: +39 0165 75301
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

www.pngp.it

Orari
Aperto generalmente d'estate e nel periodo natalizio e pasquale.
Verificare orari e tariffe.

Giardino botanico alpino Paradisia | Cogne (Ao)

Il Giardino è situato a Valnontey, frazione del comune di Cogne, a 1.700 m di quota.
È sorto nel 1955 per volere del Consiglio d'Amministrazione del Parco al fine di valorizzarne la flora.

Paradisia, il cui nome deriva dal giglio di monte (Paradisea liliastrum), una liliacea dai delicati fiori bianchi spontanea nelle zone prative circostanti, ospita più di 1.000 specie raccolte in natura ma anche ottenute da seme nel vivaio annesso al giardino.

Lungo i diversi itinerari di visita sono presenti alcuni pannelli esplicativi che sottopongono all'attenzione del visitatore aspetti particolari e interessanti dell'"ecosistema montagna", come il processo di colonizzazione delle rupi da parte dei vegetali, la collezione petrografica e la collezione dei licheni.

Nel Giardino sono stati ricostruiti alcuni lembi di ambienti naturali con le associazioni vegetali che li caratterizzano (pseudo-steppa, torbiera, ambiente detritico, alneto).

Il giardino delle farfalle è un percorso in cui sono coltivate alcune piante nutrici delle farfalle autoctone e dei loro stadi larvali al fine di illustrare il loro importante ruolo di impollinatori.

Il settore delle piante officinali presenta una selezione delle specie più utilizzate nelle valli del Parco in campo medico, liquoristico, culinario e cosmetico.

Paradisia provvede ogni anno, mediante la raccolta di semi sia all'interno del giardino sia in natura, alla stesura di un catalogo (Index Seminum) con cui si attuano scambi con giardini e orti botanici di tutto il mondo.

L'accoglienza turistica è svolta dalla Fondation Grand Paradis in collaborazione con le Guide del Parco.
Sono previste attività quali visite guidate tematiche e giochi naturalistici.

Informazioni

Valnontey
11012 Cogne (Ao)
Tel: +39 0165 74147
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

www.pngp.it

Orari
Aperto da giugno a settembre.
Visite guidate da lunedì a domenica.
Visite guidate su prenotazione per gruppi.
Verificare orari e tariffe.

Attività

Il Parco offre un ricco calendario di eventi e iniziative sia sul territorio che a livello nazionale ed internazionale.

Eventi

Tour sui sentieri del Re.
#iorestoacasa.
Tour virtuale del Parco Nazionale Gran Paradiso sui sentieri del Re.
Per saperne di più (web).

Gli animali del Parco Nazionale Gran Paradiso.
#iorestoacasa.
Video gallery sugli animali del Parco Nazionale Gran Paradiso.
Per saperne di più (web).