Chiudi

Museo di Archeologia e Paleontologia "Carlo Conti"

Informazioni:

Via Combattenti, 5
13011 Borgosesia (Vc)
Tel. +39 0163 290250
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari
giovedì: dalle 9.30 alle 12.30
sabato: dalle 15.30 alle 18.30

Durata della visita: un'ora circa

Ingresso gratuito

Museo di Archeologia e Paleontologia "Carlo Conti"

Il Museo di Archeologia e Paleontologia di Borgosesia è stato inaugurato nel 2007.
È dedicato a Carlo Conti, scultore e Ispettore Onorario della Soprintendenza alla Antichità che nel 1931, con la sua opera Valsesia Archeologica, già prefigurava un vero e proprio museo archeologico di valle.

Il Museo conserva ed espone materiale paleontologico, derivante dalle raccolte effettuate in cavità presenti nel Monte Fenera, e materiale archeologico, rinvenuto principalmente negli anni 30 da Carlo Conti nel territorio di Borgosesia.

Di notevole importanza sono i resti ossei (calchi) di Uomo di Neanderthal, unico caso di ritrovamento in Piemonte e caso raro nel nord Italia, e lo scheletro interamente ricomposto di Ursus spelaeus (orso delle caverne).

Collezioni

La collezione paleontologica e preistorica proviene dalle cavità carsiche del Monte Fenera.
Comprende resti ossei di Uomo di Neanderthal e numerosi resti di fauna pleistocenica: leoni delle caverne, pantere, linci, rinoceronti, uri e orsi delle caverne.
All'Uomo di Neanderthal è dedicata una mostra in pannelli realizzata dall'Università di Ferrara e donata al Museo di Borgosesia.

La collezione archeologica testimonia la costante presenza umana nel territorio dal paleolitico medio fino al XIX secolo.
Strumenti litici e oggetti ceramici preistorici provengono in prevalenza dal Monte Fenera.
Corredi funerari dell'Età del Ferro e di epoca romana sono stati rinvenuti nell'antica Seso e indicano che l'insediamento si è spostato in quest'epoca nell'area dell'odierna Borgosesia.
Resti di un insediamento in grotta, completo di attività artigianale, indicano che in epoca altomedievale l'uomo è ritornato almeno parzialmente alle cavità.
Materiali provenienti dal castello di Vanzone descrivono le attività umane dal Basso Medioevo al XIX secolo.

Alle sezioni paleontologica e archeologica è stata associata una sezione geologica dedicata al supervulcano della Valsesia.

Biblioteca

Il Museo dispone di una piccola biblioteca con testi dedicati all'archeologia del territorio.
I testi sono a uso interno e consultabili su richiesta esclusivamente in loco.

Attività

Il Museo propone:

  • Attività didattica gratuita per scolaresche con visite guidate e laboratori tematici su argomenti allineati al programma scolastico.
  • Attività divulgativa rivolta a un pubblico eterogeneo: incontri a tema, mostre temporanee realizzate in collaborazione con altri musei e visite guidate su prenotazione.