Chiudi

Museo Paleontologico "Giulio Maini"

Informazioni:

Via S. Antonio, 17
15076 Ovada (AL)
Tel. +39 0143 822815 | +39 340 2748989
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

sito web www.comune.ovada.al.it

Facebook

Orari
da ottobre a maggio:
sabato dalle 15,00 alle 18,00 | domenica dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 15,00 alle 18,00
da giugno a settembre:
sabato dalle 15,00 alle 18,00 | domenica dalle 10,00 alle 12,00
aperture e visite guidate su prenotazione

Durata della visita: 50 minuti circa

Ingresso gratuito

Museo Paleontologico "Giulio Maini"

Il Museo Paleontologico è dedicato al naturalista ovadese Giulio Maini nel ricordo della sua attività di raccolta e conservazione di minerali e fossili, in larga parte provenienti dal territorio locale.

Il percorso museale descrive le principali tematiche della paleontologia e approfondisce gli aspetti più specificamente connessi all'evoluzione geologica e paleontologica del Piemonte meridionale (Bacino Terziario Ligure-piemontese).

Il Museo è all'interno della trecentesca chiesa di Sant'Antonio di Ovada.

Collezioni

Il Museo ospita oltre 2.000 esemplari in ottimo stato di conservazione risalenti alle varie ere geologiche.
Una particolare attenzione è riservata agli esemplari di fauna e flora fossile provenienti dall'Appennino ligure-piemontese, in particolare dal braccio di mare tropicale noto come Bacino Terziario Piemontese.

La collezione principale è formata da reperti fossili del Bacino Terziario di notevole importanza scientifica tra cui:

  • la raccolta di esemplari di granchi fossili che hanno reso celebre questo territorio dal punto di vista paleontologico con specie rare come la Calappilia mainii, dedicata al suo scopritore
  • la raccolta di resti vegetali, con campioni significativi e descrittivi della paleoflora dell'Oligocene.

Al primo piano dell'edificio sono presenti locali adibiti a laboratori didattici con relative parti espositive dedicate alle raccolte di mineralogia e malacologia e alcune vetrine in cui sono organizzate mostre temporanee a tema.
Tra i minerali spicca una sezione dedicata ai minerali del territorio dell'Appennino alessandrino e ligure, con campioni si assoluta rilevanza sia estetica che scientifica.

La sezione dedicata alle conchiglie attuali con circa 250 esemplari vede esposta una rappresentanza dei principali tipi di molluschi conchiferi provenienti da varie parti del mondo.

Attività

Il Museo propone conferenze, attività didattiche, di laboratorio e promozionali.
L'esposizione abbina una valenza scientifica a una forte impronta didattica ed è un punto di riferimento per studenti, ricercatori e appassionati di paleontologia.