Chiudi

Informazioni:

Viale Pier Andrea Mattioli, 25
10125 Torino
Tel. +39 011 6705970 (prof.ssa Siniscalco) |
+39 011 6705976 (Daniela Bouvet) |
+39 011 6705980 (centralino) |
+39 3389581569 (Valeria Fossa, per prenotazioni visite guidate)
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. |
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. |
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. (per prenotazione visite guidate)

sito web www.ortobotanico.unito.it

Orari
dal lunedì al venerdì: dalle 9.00 alle 12.00 (visita non guidata)
sabato: dalle 15.00 alle 19.00 (con possibilità di visita guidata, in partenza a ogni ora)
domenica e festività infrasettimanali, dall'8 aprile al 30 giugno: dalle 10.00 alle 19.00 (con possibilità di visita guidata, in partenza a ogni ora)
domenica e festività infrasettimanali, dal 1 luglio al 22 ottobre: dalle 10.00  alle 13.00 | dalle 15.00 alle 19.00 (con possibilità di visita guidata, in partenza a ogni ora)
aperto dall'8 aprile al 22 ottobre
chiuso da gennaio al 7 aprile | dal 23 ottobre a dicembre

Ingresso a pagamento

Orto Botanico del Dipartimento di Biologia Vegetale dell'Università degli Studi di Torino

L'Orto Botanico di Torino fu fondato nel 1729, per volere di Vittorio Amedeo II.
Avvenne con l'istituzione della Cattedra Ordinaria di Botanica presso la Facoltà di Medicina dell'Università di Torino, per la coltivazione e lo studio delle proprietà terapeutiche dei "semplici", specie vegetali utilizzate per la preparazione di farmaci.
Accanto a questo tipo di studi si affiancarono ricerche floristiche a scopo medicinale, alimentare e ornamentale legate all'indagine di specie spontanee del territorio piemontese, di specie esotiche e di ibridi.

Con nuove collezioni vive, l'Orto acquistò un'impostazione più moderna diventando luogo di raccolta, di coltura, di didattica e di ricerca.

L'Orto Botanico è stato aperto al pubblico dal 1997 ed è un continuo evolvere con l'aggiunta di nuove specie e collezioni.

Al suo interno è stato allestito un piccolo percorso per ipovedenti e per non vedenti dotato di cartelli con disegni e testi in rilievo e con scritte in Braille relativi a specie particolarmente note e di uso corrente.

La visita guidata tradizionale dura circa un'ora e si svolge nelle aiuole dell'Orto e nel retrostante boschetto.
Il tempo di visita può variare a seconda dell'interesse del visitatore perché, sebbene non grandissimo, l'Orto ospita un gran numero di piante e in ogni stagione può riservare nuove sorprese.

Collezioni

Le Collezioni botaniche dell'Orto sono mantenute in piena terra in tre aree distinte:

  • Nel Giardino dell'Orto Botanico sono coltivate oltre 1500 specie fra erbe, alberi e arbusti.
  • Nella Serra tropicale sono presenti 300 specie.
    Nella Serra delle piante succulente sono presenti 350 entità.
    La collezione si è arricchita recentemente di oltre 350 specie provenienti dalla zona sudafricana e inserite nella Serra Nuova allestita nel 2007.
  • Nell'area dell'Arboreto sono presenti oltre 500 fra alberi e arbusti.

Nel Giardino e nell'Arboreto sono presenti alcuni alberi ottocenteschi tra cui Ginkgo biloba, Tilia tomentosa, Liriodendron tulipifera, Platanus hybrida, Pterocarya fraxinifolia e Fagus sylvatica.

Biblioteca

La Biblioteca a cui fa riferimento l'Orto Botanico è del Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi dell'Università.

I volumi sono consultabili da studiosi e appassionati alla botanica negli orari di apertura (www.bibliodbios.unito.it).

Attività

L'Orto Botanico propone visite guidate disponibili tutto l'anno su prenotazione.
Le visite guidate per le scuole sono differenziate secondo il grado di istruzione.

Visite guidate sono disponibili anche durante l'orario di apertura al pubblico e sono comprese nel biglietto di ingresso.

Nel corso dell'anno sono organizzate attività, eventi, corsi, conferenze e mostre.

Pubblicazioni

Libri, articoli e altro materiale sono stati scritti a proposito dell'Orto Botanico e della botanica in generale e sono in vendita presso l'Orto Botanico stesso, tra i quali:

  • Bovio M., Flora Vascolare della Valle d'Aosta, Ed. Testolin, 2014
  • Bouvet D. (ed.)., Piante esotiche invasive in Piemonte. Riconoscimento, distribuzione, impatti, 2013
  • Giubbini G., Storie di giardini. Vol. 2: 1800-1950. L'età d'oro del giardino borghese. Dal dopoguerra a oggi, 2013
  • Caramiello R., L' orto botanico dell'Università di Torino dalla fondazione ai giorni nostri, con CD-ROM, 2012
  • Caramiello R., Minuzzo C., Fossa V, L' erbario di Carlo Allioni, con CD-ROM, 2009
  • Caramiello R., Fossa V., Guglielmone L., Le serre dell'orto botanico dell'Università di Torino, 2008
  • Caramiello R., Fossa V., Dall'orto all'erbario. Vol. 1: L'orto botanico dell'Università di Torino, storia e attualità, 2008
  • Orto Botanico di Torino, Holden Art, Hortus Botanicus Taurinensis, DVD, 2008
  • Guglielmone L., Forneris G., Dall'orto all'erbario. Vol. 2: L'erbario dell'Università di Torino, 2006
  • Caramiello R., Me C., Me G. Radicati G., Fossa V., Garnier-Valletti ieri e oggi. Collezioni e di modelli e di piante vive, 2006
  • Dal Vesco G., Caramiello R., L' Alpineto. Orto botanico, Dipartimento di biologia vegetale, Università di Torino, Neos Edizioni, 2002